02 ago 2014

Miss D nelle Highlands: Craigh na dun



Buongiorno,
ecco di nuovo la vostra inviata! Oggi iniziamo con i luoghi di Outlander. Intanto le Highlands (in gaelico scozzese A' Ghàidhealtachd "la terra dei Gaeli”… ehm, per la pronuncia non vi posso rimandare da nessuna parte. Vi consiglio di non leggerlo, prendete atto della traduzione) sono la zona montuosa della Scozia. Sì effettivamente vedo delle montagne… sulla cartina geografica. *tossicchia* 

Oggi mi dirigo vicino a Inverness, città delle Highlands, per osservare il famoso cerchio di pietra sulla collina tipicamente scozzese di Craigh na dun e provare a finirci dentro e conoscere anch’io uno scozzese simile a James Fraser.

Ho fatto anche una lista prima di andarci: 




Insomma sono pronta per conquistare il mio James Fraser personale. L’ombrello lo porto con me, perché oggi piove e poi lo butterò via quando arrivo al cerchio di pietra. 

Ma cosa scopro mai? Non esiste nessun cerchio di pietra sulla “collina delle fate”(questo significa Craigh na dun). Ovvero esiste nella fantasia della Gabaldon, come nella mia fantasia sto viaggiando per la Scozia? Queste sì che sono rivelazioni. Comunque è un modo dannatamente comodo e poco costoso di viaggiare! 

Ma non mi perdo d'animo se no che pessima inviata sarei. Ho trovato un luogo che dicono sia quello che ispirato Madame Gabaldon. Tutta esaltata parto per Clava Cairns che dista 16 minuti da Inverness. O almeno così dice il navigatore e non mi fido molto, soprattutto se la voce è in gaelico e non si capisce che dice.
Dunque… la delusione è fortissima. Questo è il luogo che ha ispirato la Gabaldon?



 Ma dove sono quei pietroni altissimi messi in cerchio come una sorta di Stonehenge? Se non vi ricordate o non avete letto, metto quello che dice Claire per capire la mia faccia offesa da ste due pietrine basse. 

“Ma è una Stonehenge in miniatura!” esclamai quando arrivai sullo spiazzo, in cima.[...]Quando dico “miniatura” intendo solo che il cerchio di pietre era più piccolo di quello di Stonehenge, ma ogni masso si ergeva per il doppio della mia altezza ed era largo e profondo in proporzione.

Infatti ecco come l'hanno ricreato nel telefilm...



Il tempo deve aver sgretolato i massi e averli resi quei robetti bassi che si vedono. Poi c’è un cerchio fatto di pietre basse… mmm… questo mi sa che è un cerchio di pietre tarocco. 

Non ci provo nemmeno ad andare lì in mezzo, non si sa mai che venga mandata sì nel 1700, ma con la mia sfortuna e la sfortuna di questo ammesso di pietre mi viene fatto sposare una specie di Colum McKenzie, o peggio vengo trovata da Black Jack e finisco male ancora prima di aver detto “Buongiorno”.

Oggi ho capito una cosa: la fantasia migliora sempre la realtà. Grazie alle parole di una scrittrice anche un cerchio di pietra tarocco può avere il suo momento di gloria diventando uno Stonehenge scozzese! 

Parola della vostra Miss D, che vi saluta e vi aspetta per il prossimo post. 





5 commenti:

  1. non ci credo!! non esiste?? :( hai distrutto un sogno! e io che avevo già preparato i bagagli... vabbe, rimarrò qui *va in un angolo a piangere*
    beh Grazie Dani per queste bellissimi viaggi scozzesi ;)

    RispondiElimina
  2. Anche tu pensavi esistesse? Anche Gabry. Sì potete mettere giù i bagagli XD
    Di niente ;)

    RispondiElimina
  3. Questo posta è meraviglioso mi sono permessa di condividerlo sulla pagina Facebook https://m.facebook.com/outlanderitadt .
    È divertente e interessante.
    Ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! :) mi fa piacere che ti sia piaciuto :) Ne avevo fatti anche altri, ma poi mi sono fermata.

      Elimina
  4. Organizzando un viaggio in Scozia cercavo il luogo in cui si trovasse Craigh na dun. Leggere che in realtà era tutta fantasia mi ha buttato parecchio giù ma ho continuato le ricerche. Esiste ma non si trova a Inverness, bensì dalla parte opposta della Scozia. Si chiamano Callanish Stones

    RispondiElimina