07 ott 2013

Divergent




Titolo: Divergent
Autrice: Veronica Roth
Genere: Distopico, Young adult
Casa editrice: De Agostini
Data di pubblicazione: 22 Marzo 2012
Disponibilità: Cartaceo ed ebook
Numero pagine: 480 p.  531 kb
Prezzo:  cartaceo 14,90 ebook 8,99

1° di una trilogia così composta:

  • Divergent 
  • Insurgent
  • Allegiant ( uscirà in America il 22 ottobre 2013)


La Summit ha acquistato i diritti  e il film  uscirà in America il 21 marzo 2014 
potete vedere il trailer sub ita cliccando qui 
qui invece trovate il trailer in italiano 
Trama:


La società distopica in cui vive Beatrice Prior è suddivisa in 5 fazioni, ognuna delle quali è consacrata a una virtù: sapienza, coraggio, amicizia, altruismo e onestà. Beatrice deve scegliere a quale unirsi, con il rischio di rinunciare alla propria famiglia. Prendere una decisione non è facile e il test che dovrebbe indirizzarla verso l'unica strada a lei adatta si rivela inconcludente: in lei non c'è un solo tratto dominante ma addirittura tre! Beatrice è una Divergente, e il suo segreto - se reso pubblico - le costerebbe la vita.


Recensione:


Beatrice Prior ha 16 anni  e deve affrontare  i test attitudinali e la Cerimonia della scelta , perché è quella che determinerà a quale fazione apparterrà,  e  la sua vita da ora in avanti.
La società in cui vive Beatrice è divisa infatti in 5 fazioni:

  1. Abneganti che rifiutano l’egoismo
  2. Candidi che rifiutano l’ipocrisia  
  3. Eruditi che rifiutano l’ignoranza 
  4. Pacifici che rifiutano la violenza
  5. Intrepidi che rifiutano la codardia
Scegliere di non vivere in alcuna fazione, o non superarne i test di ammissione significa vivere da Esclusi cioè vivere non solo in povertà ma  al di fuori della comunità.
La fazione di appartenenza dà un senso e uno scopo di vita a chi vi appartiene da qui il motto :
La fazione prima del sangue” perché alla propria fazione si deve totale lealtà , al di sopra della famiglia

In questa società non esistono le guerre  perché  si  fonda sull’idea che non siano dovute alle ideologie politiche differenze di fede religiosa, di razza  o nazionalismi ma alla natura dell’uomo e alla sua inclinazione al male in qualsiasi forma da qui la divisione in fazioni  allo scopo di estirpare ciò che si ritiene  causa del male e delle guerre .
Tuttavia in quello che sembra un sistema perfetto esiste qualche crepa, infatti gli Eruditi ambiscono al potere governativo e covano risentimento per gli Abneganti
 Gli appartenenti ad ogni fazione si dedicano a quella che è la loro inclinazione , gli Abneganti governano perché votati all’altruismo  e quindi   considerati incorruttibili,  i Candidi sono le autorità competenti in materi legislativa,gli Eruditi forniscono insegnanti e ricercatori, i Pacifici assistenti sociali e gli Intrepidi proteggono dalle minacce interne ed esterne

Beatrice viene da una famiglia di abneganti e la vita che conduce da sempre le va stretta, non riesce del tutto ad adeguarsi a quelle che sono le regole della fazione e talvolta le risulta difficile anteporre i bisogni degli  altri al di sopra dei suoi.
Il giorno dei test attitudinali si verifica qualcosa di anomalo e il risultato è inconcludente , perché d  la simulazione da affrontare  permette solitamente di eliminare tutte le fazioni eccetto quella per cui si dimostra predisposizione ma dopo  quella di Beatrice  ne vengono  eliminate solo due; quella dei Candidi e quella dei Pacifici e Tori supervisore  del suo test le rivela che questo fa di  lei una Divergente, ma deve tenerlo nascosto a chiunque perché altrimenti verrà uccisa .
La scelta della fazione a questo punto spetta solo a  Beatrice lei non sa  perchè essere Divergente costituisca un pericolo per lei ma non ne fa comunque parola con nessuno nemmeno in famiglia .
E il giorno della cerimonia sceglie gli Intrepidi .
Da  questo momento in poi non potrà più far ritorno nella  sua famiglia secondo le regole delle fazioni.
Beatrice si trova ad affrontare l’iniziazione che consiste in prove di coraggio , allenamenti  e prove varie sino ad un esame finale che determinerà  tra gli interni alla fazione e i trasfazione
( ragazzi  come lei provenienti da fazioni  diverse da quella degli intrepidi) chi diverrà membro e chi invece un escluso.

Tra suspense , azione e momenti di paura Beatrice scoprirà cosa significa essere divergente e imparerà a conoscere e superare i suoi limiti.
Conoscerà  anche Quattro  e scoprirà che dietro  i suoi modi si nasconde ben di più  di  un capo fazione e suo istruttore .

Questo libro mi ha conquistato!
Dopo un inizio un po’ titubante perché credevo che non sarei mai riuscita a ricordare tutte le fazioni e chi appartenesse a quale me ne sono totalmente innamorata  tanto da provare il desiderio di rileggerlo, e sono davvero pochi i libri che mi fanno quest’effetto.
Coinvolge anche grazie all’uso della prima persona che ti fa entrare nei panni di Beatrice  e ti tiene incollata col fiato sospeso sino all’ultima pagina .
E poi…beh poi c’è la storia romantica che smorza il contesto e ti fa emozionare con semplici gesti e parole . 
Sono sicura che vi innamorerete di Beatrice e Quattro proprio come me.

Non è poi da trascurare il fatto che ti faccia riflettere sulla bontà di una scelta come quella fatta dagli abitanti di questa Chicago dopoguerra  è davvero possibile eliminare la cattiveria e il male in genere etichettando le persone sulla base di un'unica predisposizione?
Lo scoprirete leggendo il libro, 
Io intanto vado a leggere il secondo della serie perché dopo il finale che….No non ve lo dico ;)

Valutazione:

5 commenti:

  1. E' una serie stupenda!! Io all'inizio pensavo fosse una nuova scopiazzatura di Hunger Games (che già di suo proprio originalissimo non è) e invece ne sono rimasta conquistata! Peccato che siano solo 3 libri...Come si può non volere ancora Quattro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già come si fa??? me lo chiedo anch'io , sto amando questa serie .Anche l'attore scelto per il film non mi dispiace e non vedo l'ora che esca.
      -Tinkerbell

      Elimina
  2. Credo sia una saga incredibile! Prima di leggere Divergent avevo considerato alcune recensioni che lo valutavano come una brutta copia di Hunger Games ma alla fine si è rivelato un'ottima lettura! Dai, manca poco al film! (Cast spettacolare!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho letto entrambi e non direi che Divergent sia la copia di Hunger Games. Ecco, posso dire che Hunger Games mi ha affascinata di più, forse è più profondo, ma Divergent è stata una bella lettura. Forse è più incentrata sull'amore di Tobias e Tris.
      Eh sì manca davvero poco! Non mi piace molto l'attore per Tobias...
      _Miss D_

      Elimina
    2. Ecco per me non ha nulla a che vedere con Hunger Games se non per l'appartenenza allo stesso genere. Scenari diversi , atmosfere diverse e poi si forse qui la storia d'amore è un tantino più approfondita.In Hunger Games è da subito evidente il malcontento di chi subisce un sistema "dittatoriale" in Divergent proprio per sottolineare il concetto di divergenza , i più non hanno problemi col sistema in cui vivono a parte i divergenti appunto e gli esclusi a cui questo sistema che "etichetta " la gente sta stretto. Il cast *.* sbavo per Tobias/ Quattro/ Theo, lei mi piaceva un pò meno come scelta perchè mi piaceva poco il telefilm "storia di una teenager americana" ma più guardo il trailer e più mi convince. _Tinkerbell_

      Elimina