07 ago 2013

Quando il diavolo ti accarezza


Autore: Luca Tarenzi
Genere: Fantasy
Casa editrice: Salani editore
Data pubblicazione: 2 febbraio 2011
Pagine: 358p
Prezzo: 13.99 € in ebook e 15.30 € cartaceo 

Trama

In una Milano buia e sferzata dalla pioggia, Lena sta inseguendo la sua amica Sofia, misteriosamente caduta in uno stato di trance. Davanti alla mole imponente della stazione Centrale, tra i marmi fievolmente illuminati dalla luce dei lampioni, la giovane assiste a un incredibile duello: un’immensa creatura di fuoco sta per annientare un ragazzo nudo e coperto di sangue. D’istinto Lena interviene e permette al giovane di approfittare di un momento di distrazione dell’avversario per rovesciare le sorti della battaglia e decapitarlo con la sua stessa spada. Solo che l’assalitore era un angelo e il giovane, Arioch, un demone appena evocato per uccidere Sofia. Lena è determinata, coraggiosa, testarda e per salvare la sua migliore amica è disposta a tutto, anche a mettersi contro un demone. Arioch è antico come il mondo, violento, sanguinario e ha una missione cui è vincolato. E, purtroppo per Lena, ha anche due occhi penetranti e stregati…


Recensione:

Quando il diavolo ti accarezza, vuole l’anima..


Sono piuttosto in difficoltà nel recensire questo romanzo, forse perché mi ha lasciato un po’ l’amaro in bocca, forse perché mi aspettavo un pochino di più, visto che, almeno all’inizio, era abbastanza carino e gradevole, ma più sono andata avanti e più mi è sembrato che la storia rallentasse, che il ritmo non fosse più quello iniziale e di conseguenza, vuoi per una cosa, vuoi per un’altra, l’ho finito sforzandomi il più possibile.

L’idea di base non era male: una ragazza semplice, Eleonora (che si fa chiamare da tutti Lena), conduce una vita normale, studia veterinaria a Milano, lavora in un bar per potersi permettere l’affitto e mantenere gli studi. Ha un’amica Sofia, orfana di padre, con una mamma un po’ particolare, e si comprende leggendo, che Sofia fa più affidamento su Lena che sulla madre. 

Una notte un gruppo di ragazzi evoca un demone, Arioch, il più potente, lo sterminatore (un tempo chiamato Eriaku), per uccidere proprio Sofia, e all’inizio il lettore non sa e non ne capisce il motivo. Il tutto sarà ovviamente chiaro solo alla fine.


Lena incontra Arioch per caso, perché, mentre segue Sofia che si era alzata nel cuore della notte in preda al nottambulismo (anche qui i sogni di Sofia, le voci di cui lei stessa parlerà a Lena, nel corso della vicenda, ne sarà compreso il senso man mano che la storia andrà avanti), lo vede attaccato da un angelo, poiché Lena capisce subito che quella persona non poteva essere umana, e quindi cerca di aiutarlo. Essendo svenuto lo porta a casa, lo lega con delle manette al letto, e lo ricopre di simboli, in quanto, anche in questo caso, comprende che non possa essere umano ed essendo un'appassionata di serie televisive, in particolare di Supernatural, e lettrice di libri riguardanti leggende o legati al mondo fantasy, mette in pratica le sue conoscenze.

Nel corso della vicenda Arioch e Lena si conoscono, si comprendono e lo stesso demone le racconta chi è, chi è stato, e il fatto che più che i demoni rimangono a contatto col mondo terreno, più diventano umani e perdono la loro essenza demoniaca. È piuttosto lampante che la storia ruoti attorno all’amore che sboccia, tra peripezie, lotte, scontri e quant’altro, tra Lena e Arioch. La ragazza cerca, però, di proteggere l’amica, poiché ha sempre paura che Arioch ritorni sui suoi passi, per cui era stato evocato, e la uccida.

La trama si scopre piano piano, compaiono altri personaggi, tra cui l’ex di Lena, Cesare (di cui l’autore tratta una parte anche a se stante nel romanzo, poichè incontrerà un uomo che lo trasformerà in angelo, dandogli enormi poteri, con uno scopo ben preciso che però non vi svelerò); Azazel (un altro demone, amico di Arioch, molto antico e potente, che vaga sulla terra ormai da moltissimo tempo, che viene chiamato dallo stesso Arioch in un momento particolare, e anche a lui sarà dedicata una piccola parentesi durante la ricerca di informazioni ed altre cose per poter aiutare il suo amico e Lena).

Il tutto si conclude con una battaglia tra gli stessi angeli (che tecnicamente dovrebbero uccidere i demoni sulla terra), coinvolti per un determinato scopo a proteggere Sofia, su incarico di Hadrianel (altro personaggio che sarà un tassello fondamentale del puzzle che ha creato l’autore), che poi si rivelerà un vero traditore, non soltanto nei confronti della Legge del Cielo, ma anche verso la stessa Schiera di angeli, amici per lui, di cui si era circondato.

Per questo fantasy c’è un lieto fine, un po’ per tutti, anche se, come diranno gli stessi Arioch e Lena, la loro vita procederà come sempre (Arioch ormai è completamente umano), fatta eccezione per i futuri mostri o demoni che dovranno probabilmente combattere.
Non voglio anticiparvi troppo, però sinceramente mi sono trovata a metà della vicenda che non mi sentivo più coinvolta, possono essere stati vari fattori.


In generale è stato un libro partito in maniera promettente, e invece è stato un po’ un viaggio su delle montagne russe: qualche parte l’ho apprezzata e qualche altra invece mi ha un po’ annoiata.



Valutazione:



Nessun commento:

Posta un commento