13 nov 2014

London in love



Stasera vi presento un libro che ho letto la scorsa settimana, ma poi sono stata troppo occupata con un gruppo di adorabili pazze che mi hanno fatto tornare una ragazzina. Hanno rinnovato il mio amore per Harry Potter (sempre incondizionato!) e questo è merito anche di Sara Weasley, la bravissima autrice della fanfic su efp Da chi lo ha tre volte sfidato. Sì, oggi faccio anche pubblicità XD
Comunque tornando al libro, che ho letto, vi parlerò di London in love. Su, su facciamo le valigie e voliamo nella capitale britannica, ma prima qualche informazione. 


Titolo: London in love
Autore: Melinda Miller 
Casa editrice: Tre60
Genere: commedia romantica
Data di pubblicazione: 25 settembre 2014 
Disponibilità: ebook e cartaceo 
Prezzo: 6,99; 12 euro
Numero di pagine: 251

Trama:

Lei è Lisa: trent'anni (o poco più), un fidanzato storico che l'ha appena lasciata e una gran voglia di ricominciare. E forse è possibile: trasferirsi a Londra, per un anno, a casa di un'amica. E poi chissà…

Lui è Michele: trent'anni (o poco più), una fidanzata storica che sta per sposare, una vita da broker e una gran voglia di stabilità. Il suo sogno: lasciare Londra, dove lavora, e rientrare in Italia. E poi chissà…

Le strade di Lisa e di Michele s'incrociano brevemente sul volo Milano-Londra (vicini di posto, si detestano all’istante), per dividersi, con grande sollievo di entrambi, a Heathrow. Ma il destino li farà incontrare di nuovo, a Notting Hill, tra gli scaffali di God Save the Heels, la boutique di scarpe vintage, stilosissime e griffatissime, dove Lisa lavora.

Sullo sfondo di una Londra travolgentemente romantica, animata da personaggi indimenticabili ‒ da Palmer, l'eccentrico vicino di casa gay, a Marta, la fidanzata di Michele, perfettina e isterica, a Lady J, la celeb icona di stile, che mette all’asta la sua preziosissima collezione di scarpe ‒, Lisa e Michele si troveranno coinvolti in un inebriante girotondo in cui sarà molto difficile non cadere (dall’alto di un tacco 12) nelle braccia dell’amore.










La mia recensione parte con un ringraziamento ai due autori (infatti dietro allo pseudonimo Melinda Miller ci sono due persone), che si sono fatti avanti su twitter e ci hanno proposto il loro romanzo. 
Ho accettato di leggerlo io, che leggo solitamente pochi romantici, ma in questi giorni ne ho letti vari. Il Natale si avvicina e il mio cuore diventa soffice e tenero. 

Poi sono stata conquistata dal fatto che i due autori siano una coppia nella vita. Eh, sono una romanticona e ora sicuramente nella lista dell’uomo ideale metterò: Lo voglio che sappia scrivere. 

Insomma, questo libro mi ha conquistata ancora prima di iniziare, ma poi ha continuato a tenermi compagnia con ironia e dolcezza.
I due protagonisti sono totalmente diversi. Michele è un broker e non ha mai un momento libero. Vive a Milano e ha una ragazza, Marta, per la quale ha comprato un anello di fidanzamento. Decide di trasferirsi per il suo lavoro a Londra, che però odia.
Anche Lisa parte per questa città, ma la vede come un punto di partenza per  “ricostruirsi”, dopo aver preso decisioni importanti: lasciare il suo posto di lavoro e il suo ragazzo. 

Il loro incontro è anche uno scontro, perché si scontrano le loro identità molto diverse all’inizio. Michele è tutto dedito al lavoro, un lavoro che non è quello dei suoi sogni, mentre Lisa è una donna che ha scelto la sua felicità rispetto ad una vita di agi (infatti il suo impiego era buono e l’ex era piuttosto ricco) che però non le piaceva.
Lisa è un tornado nella vita di Michele. Il mio prof di Storia del Cinema parlerebbe di una Commedia del Bell’Addormentato (penso che sia proprio sua la definizione!), in quanto la protagonista, che è donna e più vicina alla natura dei sentimenti, risveglia l’uomo, che è completamente assorbito dal suo lavoro e da una ragazza che fa solo il suo male
.
Infatti Marta è davvero una stronza, perché sfrutta Michele e lo esaspera. Usa costantemente la sua carta di credito per continue spese (e non spese da poco), si lamenta dell’anello di fidanzamento, finge di essere incinta per passare avanti in una coda, non accetta che lui possa realizzare il suo sogno. 
Michele ha sempre voluto essere un cuoco e ogni tanto proprio per non sentire le parole dell’Oca (così chiamo io Marta) si immagina in cucina, mentre realizza menù buonissimi. Oltre tutto l’Oca è vegetariana, quindi lui non può nemmeno portarla nei ristoranti che ama! 

Però Londra è la città dei sogni e per Lisa la diventa davvero,  dato che la sua amica (che la ospita) le presenta la proprietaria di God Save the Heels, boutique di scarpe vintage.
Infatti la protagonista ha una grandissima passione per le scarpe, quindi non ci potrebbe essere posto migliore dove lavorare!
Il romanzo  è stato un successo. È ironico grazie a Lisa, a Michele che cerca di sopportare l’Oca, a Palmer, un gay davvero spensierato e amante della moda. È dolcissimo, inoltre, per la neve che inizia a cadere su Londra e per i due personaggi. 

Mi ha piacevolmente colpita e lo consiglio soprattutto per chi ama Londra, a chi ama le storie d’amore in cui viene ritardato il secondo incontro tra i due personaggi, a chi è confuso sul suo futuro e a chi ama le scarpe!

Cosa ne pensate? L'avete letto? 
Io e le altre Pazze, inoltre, vogliamo ringraziare i nostri 50 followers!!! 
Baciuzzi a tutti!  



4 commenti:

  1. Sembra davvero un romanzo carino! Il fatto che sia ambientato nella mia amata Londra gioca assolutamente a suo favore! :) Ed è stato scritto a due mani da due persone che sono una coppia nella vita reale..che dolcezza!♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì Londra gioca a favore per molti ;)

      Elimina
  2. Io amo le scarpe e sono confusa sul mio futuro. Che fo, lo leggo? :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah se ami le scarpe e sei confusa sì... però non so se è il tuo genere XD

      Elimina