13 giu 2014

"Quello che sei per me" di Rachel Van Dyken

Titolo:Quello che sei per me
Autrice:Rachel Van Dyken
Genere:New Adult
Casa editrice: Nord
Data d'uscita :15 maggio 2014
Disponibilità:ebook e cartaceo
Prezzi: ebook 9,99 cartaceo 13,94*prezzi amazon
1° trilogia " The Bet" così composta:
1-Quello che sei per me( The BET)
2-The Wager
3- The Dare( non ancora pubblicato in America)

TRAMA:
È bastata una notte per mandare in frantumi l'esistenza di Kacey Jacobs. Da allora, lei ha abbandonato gli studi, si è trasferita in un’altra città e ha trovato un lavoro. Ma, proprio quando pensava di essersi lasciata tutto alle spalle, ecco che il passato torna a bussare alla sua porta. Letteralmente. Jake Titus si presenta da lei e per chiederle aiuto. D’istinto, Kacey vorrebbe cacciarlo subito via, ma come rifiutare un favore al suo unico, grande amore? In fondo si tratta di andare a casa dei genitori di Jake e di fingersi la sua fidanzata per un weekend. Un weekend in cui, magari, Kacey potrebbe fargli capire di essere davvero la ragazza giusta per lui. Purtroppo nessuno l’ha informata che tra gli invitati ci sarebbe stato pure Travis, il bellissimo – e odioso – fratello maggiore di Jake…
È solo un’occasione tutto ciò che desidera Travis Titus. Da bambino, ha scommesso con Jake che, una volta diventato grande, avrebbe sposato Kacey. E, nel corso degli anni, le ha provate tutte per fare colpo su di lei: inutilmente. Anzi, sembra proprio che Kacey non lo possa sopportare. Ma adesso lui è una persona diversa, e vuole confessare a Kacey i
suoi sentimenti. Saranno sufficienti due giorni per conquistare il suo cuore, o dovrà rassegnarsi a guardare la donna della sua vita cadere tra le braccia del fratello?

RECENSIONE:
Oggi vi parlo di un altro New Adult, tanto per cambiare eh!? Allora, con questo libro mi è successo qualcosa che non mi era mai capitato: libro carino ma che all’inizio, a dire il vero ben più che all’inizio, diciamo pure fino al 70 %, si sarebbe meritato solo due booklovers, al massimo tre, ma proprio a voler essere generosa.
Perché, avete presente il detto “ Il troppo stroppia?” Si? No? Provo a spiegarmi.
Significa semplicemente che quando si esagera si guasta tutto il resto. E’ proprio il caso di questo libro, con mio enorme rammarico, perché altrimenti sarebbe stato un libro perfetto: ironico, divertente e romantico.
Si tratta dunque di una mia rara recensione negativa? Ehm no, da perfetto esempio di coerenza quale sono, dal 70%  in poi l’ho rivalutato. Ad ogni modo vi spiego a grandi linee di cosa parla.
Kacey , Jake Titus e Travis Titus sono amici fin dall’infanzia o meglio Jake e Kace dal momento che Kacey odia Travis per tutte le volte che l’ha fatta piangere da piccola con quelli che lei vedeva solo come dispetti, tanto da meritarsi il soprannome di Satana.
Ma da 4 anni, dopo quello che è successo tra Kacey e Jake al college, insieme ad un evento tragico che ha sconvolto la sua vita,  non si frequentano più, anzi Kacey ha proprio tagliato i ponti con tutto ciò che riguarda il suo passato, finché Jake, di cui è ancora innamorata, finché non si presenta nel locale in cui lavora per pagarsi i debiti universitari e le chiede, piuttosto insistentemente, di fingere di essere la sua fidanzata per un week-end  arrivando a prometterle di estinguere i suoi debiti.
Ora lo so che avete una sensazione di dejavù ma vi garantisco che non potrebbe essere più lontano dai libri di Monica Murphy!
Per Kacey, nonostante sia doloroso anche solo guardare in faccia Jake dopo averle spezzato il cuore, andando via subito dopo la loro unica notte insieme, si fa convincere a far ritorno a Portland, preoccupata per la salute di Nadine, la nonna di Jake e Travis, che avrebbe avuto un infarto.
Jake Titus (ricco, bello e affascinante e ben consapevole di ciò) non sa resistere alle donne ed essendosi ritrovato al centro di uno scandalo mediatico, avendo trascorso una notte con una spogliarellista, ha bisogno di Kacey per “ripulire” la sua immagine con un fidanzamento, così da poter diventare l’amministratore delegato della Titus Enterprises, azienda di famiglia.
A casa Titus, con suo profondo rammarico, lei troverà anche Travis.
Travis che, pur essendo il maggiore dei fratelli, ha sempre vissuto nell’ombra di Jake, soprattutto quando si trattava di Kaceym è in realtà innamorato fin da piccolo di lei, ma contrariamente al fratello un po’ goffo nei rapporti con l’altro sesso, convinto che Kacey dovesse trovarsi in pericolo perché lui la salvasse e lo vedesse come un eroe, è stato l’artefice delle peggiori disavventure della sua infanzia e della maggior parte delle sue lacrime. Ora è deciso a farle capire i suoi sentimenti.
E’ proprio  nel raccontare quel che succede a casa Titus che l’autrice ha, a mio avviso, calcato un po’ la mano nel raccontare le continue schermaglie tra Kacey e Travis, che se nel racconto dell’infanzia sono  divertenti,  adesso finiscono solo per risultare un po’ grottesche.
Tuttavia il lato ironico è una novità in un romanzo del genere New Adult, e se ben sfruttato avrebbe potuto dare al romanzo quella marcia in più per farlo arrivare ad un voto massimo!
Simpaticissima risulta invece nonna Nadine,  sia con la sua relazione col vicino e sia per il fatto che manipoli i nipoti per far raggiungere loro la felicità.

“Il cuore di Jake smise di battere:la nonna si era portata una mano al petto e con un sospiro era caduta dalla sedia.
-Nonna!urlarono tutti
Jake le si inginocchiò accanto e le prese la mano, al che lei riaprì gli occhi – Stavo facendo la nonna sconvolta . Mi è venuta bene?-
-          Cazzo ! Non farlo mai più!-
La madre lo guardò malissimo per la parolaccia, ma lui era sicuro che lei stesse pensando esattamente la stessa cosa, se non di peggio.
      -    Un tempo facevo l’attrice , spiegò la nonna quando si fu risieduta-.”


“    Nonna Nadine si sistemò la giacca.- Ora scusami ma ho un appuntamento-

-          Sono le 9 del mattino-
-          E chi dice che si debba dare appuntamento solo la sera-?Tirò fuori un rossetto e se lo passò sulle labbra. – Per come la vedo io, se esci con un uomo al mattino, hai tutta la giornata per godertelo.
Quello non avrebbe voluto sentirlo.
Proprio no. ”

La parte che invece mi ha conquistato, essendo più matura, è quella in cui Travis e Kacey riescono ad avvicinarsi e lui riesce a farle capire i suoi sentimenti attraverso gesti e parole toccanti, che fanno riscattare il suo personaggio da goffo e timido a tenero e affascinante, fino a conquistarsi un posto nel cuore di chi legge.

“ Travis s’inginocchiò davanti a lei – Sarebbero fieri della donna che sei diventata. Sei forte, in gamba, per non dire bellissima-
-          Pensi davvero che io sia bella?-
-          No , credo che tu sia bella da togliere il fiato.-
[…] – L’ultima persona che mi ha detto che sono bella è stata mia madre-
Travis la baciò sul naso. – E’ uno scandalo. Dovrebbero dirtelo tutti i giorni. Perché è vero e perché tu sei più bella ogni volta che ti vedo. Solo perché la gente non te lo dice, non vuol dire che non sia vero, Kace-
Lei si morse il labbro e sviò lo sguardo. Travis la baciò sulla fronte e prese un pezzo di cioccolato.
-          Ecco il rimedio universale-
-          Ma dove sei stato per tutto questo tempo?-gli chiese con gli occhi lucidi.
-          A casa- rispose con una nota seria nella voce. – Ero a casa ad aspettarti.-“

VALUTAZIONE:


3 commenti:

  1. Non so se dargli una possibilità

    RispondiElimina
  2. Ciao, si per me nonostante non mi abbia convinto per tutto una possibilità la merita,io l'ho trovato in alcune scene un po' eccessivo , ma è questione di gusto potresti trovarlo un piacevole diversivo nel campo dei new adult. Se decidi di leggerlo e ti va poi facci sapere come lo hai trovato.
    -Tinkerbell

    RispondiElimina
  3. molto bello ho finito di leggerlo, divertente ironico e sprezzante, un genere nuovo e fresco....

    RispondiElimina